Mai dire cloud….


image

Questo è uno dei concetti espresso da Gartner in una presentazione sul Cloud che più mi piace. Quando si pensa seriamente al Cloud è necessario un approccio prima di tutto economico. La tecnologia non è al centro della strategia di scelta, perchè, ad esempio nel caso dell’offerta Microsoft, non cambia per chi la utilizza, rispetto a quella che si può acquistare e gestire in modo tradizionale.

Estremizzando, il Cloud è un approccio all’ICT che può diventare valida risorsa economica in casi particolari o diventare una scelta di infrastruttura in altri, ove per ragioni di business si decida di gestire il bilancio economico relativo ad alcuni aspetti tecnologici in modo flessibile. Per contro i ragionamenti alla base di questa scelta sono abbastanza complessi e non c’entrano quasi niente con l’ICT. Dovrebbero essere fatti da Controller o CFO che hanno anche una buona conoscenza di ICT o da CIO che hanno una buona competenza amministrativa e contabile oltre che di strategia aziendale, o meglio da un gruppo di competenze multidisciplinari che abbiamo potere strategico di scelta nell’organizzazione e comprendano il CEO.

Faccio un esempio: razionalizzare i servizi ICT e spostarli tutti in parte nel Cloud deve tenere conto degli investimenti già fatti, della necessità di rinnovamento, dell’aumento di spese che impattano sul conto economico rispetto ad investimenti che hanno impatto sullo stato patrimoniale della società, oltre che parzialmente sul conto economico con il meccanismo degli ammortamenti. Inoltre i servizi Cloud sono per definizione standard, e quindi, se alcuni di essi servono per avere un vantaggio competitivo sui competitor perchè sono personalizzati a tal punto da essere unici e molto efficaci, spostarli su Cloud significa risparmiare nel breve in ICT, ma potrebbe significare perdere quel vantaggio nel medio termine.

Questi sono alcuni dei ragionamenti che il business dovrebbe fare prima di lasciare scelte strategiche importanti per la propria organizzazione in mano ai “tecnici”, o peggio farle senza la necessaria competenza tecnologica.

Approfittare delle economia di scala che il mercato dell’ICT ha creato con l’innovazione significa dare valore all’ICT non cercare disperatamente di ridurre ulteriormente i budget in quest’area al limite del blocco per obsolescenza.

Ma chi sta spiegando realmente il Cloud ai non esperti in ICT? molti ci provano ma il linguaggio è  pieno di terminologia per addetti ai lavori. Giusto per settare correttamente il problema vorrei ricordare un concetto:” Siamo di fronte alla rivoluzione che porterà il Computing ad essere una Utility da pagare in bolletta” questo in sintesi dice Gartner; non lasciamo che siano i “tecnici” a decidere il fornitore di Computing del futuro, perchè gli impatti saranno Economici, Legali, Fiscali e di produttività del nostro Business, mentre la tecnologia sarà “in the Cloud” e non a casa nostra, e chi ha scelto magari neanche.

Annunci
Articolo successivo
Lascia un commento

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: